Batman v. Superman – Recensione

Lettori di Pollo, ben ritrovati. Ritorna la nostra rubrica sui cinecomics, e questo mese non potevamo che parlare del tanto atteso kamagra-100 mg tablets. Batman v. Superman a�� Dawn of Justice, il nuovissimo film dedicato ai supereroi della DC Comics. Dopo una��attenta visione al cinema, ecco le prime impressioni a caldo.

Batman intima Superman di non fare spoiler

ATTENZIONE! Se non avete ancora visto il film, non continuate a leggere!

Molto bene, il preambolo A? da��obbligo: Marvel e DC Comics sono le due principali case di fumetti americane: la prima vanta personaggi come Cap America, Iron Man e Thor, mentre la seconda gente tipo Superman, Batman e Wonder Woman. Per anni A? stata la Marvel a farla da padrona nel campo dei film e delle serie TV basate sui personaggi dei fumetti, e ora finalmente, con Batman v. Superman, anche la Warner Bros punta ad iniziare una saga di film collegati sui supereroi DC. Personalmente attendevo particolarmente questo film, e cercherA? quindi di trattarne gli aspetti salienti.

La pellicola in questione A? il seguito di Man of Steel (2013), dedicato al celeberrimo Superman, e si apre con la��omicidio dei genitori di Bruce Wayne, il miliardario di Gotham City e alter ego di Batman. Ottima la��idea di sbolognare le a�?originia�� della��uomo pipistrello nei titoli di testa, visto che obbiettivamente la collana di perle di Martha Wayne in Crime Alley la��abbiamo vista e rivista in tutte le salse.

La domanda che in questi giorni mi A? stata fatta piA? frequentemente A? questa: a�?Ma perchA� Batman contro Superman? PerchA� questi due arrivano a menarsi?a��. Domanda piA? che lecita. Dopo quasi dieci anni di film Marvel, vedere il poster che vede opposti Capitan America e Iron Man non A? cosA� assurdo: li abbiamo visti insieme in diversi film, e anche senza aver letto i fumetti, lo spettatore medio puA? arrivarci a capire che i due possano arrivare a litigare per una qualche ragione. Con Bats e Sups la storia A? diversa. Non li abbiamo mai visti insieme sul grande schermo, e il nuovo Batman, interpretato Ben Affleck, esordisce in questo primo capitolo di quella che sarA� una lunga serie di film direttamente affrontando Superman. Quello che voglio dire A? che in un contesto in cui due personaggi vengono frequentemente rappresentati a contatto, uno scontro tra loro ha una valenza simbolica molto forte. Nel nostro caso, invece, vediamo un nuovissimo Batman, slegato dalle sue interpretazioni cinematografiche precedenti, che esordisce direttamente affrontando la��alter ego di Clark Kent: non ca��A? quindi una costruzione alle spalle che rende questo scontro particolarmente significativo.

Il film, diretto da Zack Snyder, giA� regista di Man of Steel, A? fortemente ispirato alla saga a fumetti di Frank Miller, Dark Knight, ambientata in un futuro dove conosciamo un Bruce Wayne molto avanti con gli anni, ritirato da tempo dal ruolo di Batman, che decide di ritornare in azione per riportare ordine in una Gotham City oramai messa in ginocchio dal crimine; arriva quindi a confrontarsi con la��amico di sempre Superman, la��unico supereroe rimasto alla��attivo sulla Terra, inviato dal governo degli USA per fermare le azioni di un Batman considerato un mero vigilante che agisce al di sopra della legge. In Batman v. Superman vediamo un uomo pipistrello non cosA� vecchio, ma comunque over-40, molto piA? a�?pompatoa�� rispetto a quanto siamo stati abituati a vedere. E questo A? un primo riferimento chiaro al fumetto di Miller; secondariamente, non possiamo che notare la somiglianza tra la��armatura che indossa per affrontare Superman vista nel film e quella rappresentata da Miller. Le immagini parleranno sufficientemente da sA�.

Confronto tra fumetto e film

Altro confronto tra fumetto e film

Nel complesso, il film non A? a mio avviso cosA� pessimo, ma non ha soddisfatto le aspettative che mi ero inconsciamente imposto. Batman non A? quasi per nulla caratterizzato a dovere, e appare come personaggio secondario, lasciando a Sups il ruolo di protagonista. Lex Luthor funge un poa�� da fattore scatenante per il confronto definitivo tra i due supereroi, ma al contempo contribuisce in modo decisivo alla��arrivo del cattivone Doomsday, contro il quale i protagonisti finiscono per allearsi. Non possiamo inoltre tralasciare la��introduzione del personaggio di Wonder Woman, interpretata da Gal Gadot. Abbiamo quindi forse fin troppa carne al fuoco per un film solo, senza considerare che abbiamo anche una��anteprima dei nuovi personaggi di Flash, Cyborg e Aquaman, che vedremo nei prossimi film DC.

Batman sparafleshoso

Un altro degli aspetti negativi del film A? la sovrabbondanza di esplosioni, effetti speciali e affini, che rendono il tutto decisamente esagerato, perfino per un cinecomics di questo tipo.

Ma ora passiamo ad un paio di considerazioni sui personaggi e le loro interpretazioni, a moa�� di pagellone.

I promossi

Wonder Woman: la bellezza esotica della Gadot riesce a rendere giustizia alla��eroina amazzone, accentuandone i caratteri mediterranei, ma senza esagerare. Non parliamo della classica mora e tettona, per capirci. Ciononostante il suo tempo sullo schermo A? relativamente poco, soprattutto parlando delle scene di combattimento, per cui per un giudizio piA? dettagliato dovremo aspettare i prossimi film.

Wonder woman

Doomsday: non sono pienamente convinto che le origini rappresentate nella pellicola siano fedeli al fumetto, perA? A? innegabile che il villain alieno sia stato rappresentato molto bene, nonostante la��abuso delle onde da��urto di energia che emana ogni volta che si potenzia. Tutto sommato Doomsday A? stato ben reso.

Doomsday

Batman: il fatto che sia il costume che la��armatura indossata per affrontare Superman siano particolarmente fedeli al lavoro del succitato Frank Miller A? un bene. Anche la��idea di rappresentare un eroe piA? maturo e a�?vecchioa��, sempre ispirandosi a Miller, rompe sicuramente la tradizione dei film fatti negli ultimi venta��anni sulla��eroe di Gotham, ammettendo una carriera lunga due decadi come protettore della sua hometown. Affleck non A? malvagio come Batman, ma continuo a preferire la versione di Christian Bale.

cialis 100 mlg on line italia. Batman

I bocciati

Lex Luthor: troppo giovane rispetto ai protagonisti e troppo esuberante, alla stregua di un Joker di serie B. Jess Einsemberg, per quanto bravo, mi ha fatto addirittura rimpiangere la versione di Lex vista nella serie tv di Smallville.

Lex

Lois Lane: esattamente come sostengo che nella trilogia di Spider Man di Sam Raimi Mary Jane fosse interpretata da una��attrice completamente inadatta al ruolo, lo stesso si puA? dire di questa Lois, giA� vista in Man of Steel. Avrei preferito un impatto piA? aggressivo e self confident, a moa�� della Lane di Smallville. Non pensavo avrei potuto fare due apprezzamenti filati a quella serie nel giro di meno di dieci righe.

Lois Lane

Alfred: lo storico maggiordomo della famiglia Wayne A? molto insipido. Jeremy Irons ci presenta un Pennyworth, a mio avviso, fin troppo giovane: a vedersi, infatti, la differenza di etA� tra lui A? Bruce sembra minima, quando sappiamo chiaramente che Alfred lavora per i Wayne da quando Bruce era bambino, come minimo. Avremmo quindi dovuto avere, per coerenza, un maggiordomo almeno settantenne. Michael Caine nella trilogia di Nolan rimane imbattuto.

Il maggiordomo Alfred

Superman: continuo la mia crociata contro Henry Cavill. La��attore che interpreta Clark Kent mi allontana dalla��idea di americano mascellone di campagna che logicamente un appassionato di fumetti vorrebbe vedere. Capello imbarazzante e forse un fisico troppo asciutto, per quanto definito.

Superman

Il finale della pellicola A? il duplice funerale di Kent e Superman, caduto per salvare la Terra durante lo scontro conclusivo con Doomsday. La conclusione serve un poa�� a lasciarci intendere il progetto di Batman di riunire i succitati Cyborg, Flash e Aquaman, insieme a Wonder Woman, per la creazione di un team in grado di fare squadra contro le prossime minacce future che la Terra dovrA� affrontare. Questo A? quindi concretamente il punto di partenza per la saga di film Warner Bros che ci porterA� a vedere la Justice League of America, ossia la��equivalente DC degli Avengers, per capirci, per la prima volta sul grande schermo. La scena conclusiva mostra perA? la bara di Clark Kent muoversi, lasciandoci quindi intendere che la��uomo da��acciaio sia ancora vivo. Per questo motivo ci si puA? chiaramente domandare perchA� far uccidere Superman dieci minuti prima per poi mostrarlo redivivo cosA� poco tempo dopo? Dove sta il colpo di scena?

Al momento, con un eccellente women for sale. Deadpool (ne avevamo parlato QUI) agli archivi e un Captain America: Civil War in uscita tra un paio di mesi, la Marvel sembra ancora una volta in grado di farla da padrona per questa stagione 2016. Non ci resta che aspettare e vedere se DC e Warner Bros sapranno riprendersi con Suicide Squad, in uscita il prossimo agosto.

Un film nel complesso poco fluido, che lascia l’amaro in bocca.

MattPenna
Follow me

Commenti

comments

Pubblicato da MattPenna

Online Drugstore, lady era online, Free shipping, paxil buy, Discount 10%, diclofenac purchase