Captain America: Civil War – Recensione

Finalmente anche in Italia esce il nuovo attesissimo colossal targatoA�Marvel Studios,A�Captain America: Civil War. Hype a mille, sale gremite alla prima, e la curiositA� la fa da padrona. Ecco la nostra recensione dello scontro tra Capitan America e Iron Man, con le impressioni a caldo e un paragone con la storia narrata nei fumetti.

Civil War

SPOILER ALERT! – SE NON HAI VISTO IL FILM NON CONTINUARE A LEGGERE!

Non ca��A? che dire. Parlando di Avengers le produzioni cinematografiche Marvel migliorano di anno in anno. Reduce dalla��ottimo Age of Ultron dello scorso anno, il gruppo di supereroi simbolo della Casa delle Idee ritorna nel terzo film dedicato al Capitano Steve Rogers, lasciando perA? diversi punti di domanda.

Rimane ignota la motivazione per cui un film sugli Avengers, perchA� di questo si tratta, sia intitolato a Capitan America. Okay, non ci sono nA� Thor nA� Hulk, perA?a��

Con Civil War la squadra si divide in due blocchi, capitanati da Iron Man e Cap America. Ma perchA�? Ci sono dei riferimenti al fumetto? Ovviamente sA�, ma di questo parleremo a tempo debito. Passiamo ad analizzare la trama.

Le nazioni del mondo decidono che nonostante gli Avengers agiscano nel bene collettivo, i danni e le perdite di civili provocati dai loro scontri hanno raggiunto un livello inaccettabile. Viene quindi imposto ai supereroi di sottoscrivere un protocollo, che li rende, in buona sostanza, dei soldati controllati dalle Nazioni Unite e dagli USA in particolare, limitando e contenendo drasticamente la loro libertA� da��azione e di scelta di intervento. A? questo il punto di rottura. Cap, Falcon e Scarlet non firmano, mentre Iron Man, War Machine, la Visione e Vedova Nera sA�. Le azioni di tutti i supereroi che non hanno firmato il protocollo sono quindi illegali. Alle due fazioni si aggiungono poi rispettivamente a�?Winter Soldiera�? Bucky Barnes, Antman e Occhio di Falco per il Capitano, e Black Panther e Spider Man per il team Iron Man.

Cosa funziona e cosa no? Proviamo ad isolare la saga a fumetti di Civil War e a concentrarci solo sul film. Ecco alcuni punti di riflessione.

  • Spider Man a�� finalmente gli studi cinematografici Marvel acquisiscono i diritti per il tessiragnatele, introdotto nel MCU in questo film, e hanno giA� annunciato una pellicola a�?solistaa�� (Homecoming). Ma questo Spidey non A? forse troppo, troppo, troppo giovane? E vogliamo parlare di Zia May in versione milf e Tony Stark che ci flirta? Ci sta bene cercare di fare un Uomo Ragno piA? moderno, piA? giovane, farlo vivere in un palazzo anzichA� nella classica villetta del Queens, non citare nemmeno Zio Ben, ma forse uno Spider Man sedicenne che se la vede con gli eroi piA? potenti della Terra A? un poa�� troppo. Senza contare la dicotomia con il fumetto, che analizzeremo dopo. E quanto A? irresponsabile portare un ragazzino in un conflitto cosA� pericoloso? Suvvia Tonya��

Spider Man Civil War

  • Zemo a�� in buona sostanza, sebbene sti poveri cristi di eroi avvessero giA� i loro problemi, A? questo tale Zemo (il nome ricorderA� ai lettori dei fumetti ad un personaggio completamente diverso), a manipolarli e metterli uno contro la��altro, mosso a�?banalmentea�? dalla voglia di vendicare i suoi familiari morti nella battaglia di Sokovia (vista in Age of Ultron). Tutto qui? CioA?, un personaggio cosA� inutile e mal caratterizzato, che con una maschera di gomma del Soldato di Inverno e due mosse di spionaggio base riesce a mettere Iron Man e Capitan America la��uno contro la��altro. In un modo personale ed irreversibile. Boha��
  • buy doxycycline 100mg online. Gli Accordi di Sokovia a�� il documento che dovrebbe far schierare i supereroi in due fazioni non viene minimamente approfondito. Iron Man, preso dai sensi di colpa per le vittime civili delle varie battaglie, dice che gli Avengers hanno bisogno di essere controllati. Cap, semplicemente non ci sta, perchA� non vuole che il loro modo di agire e pensare abbia nessun vincolo politico. Okay. Mettici Bucky ricercato speciale e Steve che lo vuole proteggere, ma A? veramente tutto qui. Il piA? grande scontro tra supereroi Marvel A? ridotto a termini terra terra.
  • Black Panther a�� Dopo la��attentato a Vienna durante il meeting per la presentazione degli Accordi di Sokovia, il re dello stato africano del Wakanda muore. La��attentatore, secondo videocamere di sorveglianza, sarebbe Bucky. A? qui che il figlio del re, Ta��Challa, decide di vestire i panni della��animale rituale simbolo della sua nazione, la pantera, per vendicare il padre. Il costume di Black Panther A? sopraffino e il suo stile di lotta A? magistralmente rappresentato. Ma aspettiamo di vederlo in azione nel film dedicato a lui per giudicarlo meglio.

Black Panther Civil War
best source for discount levitra.

  • Scarlet e Visione a�� i registi ci sembrano suggerire la��inizio di qualcosa tra i due (come visto nei fumetti). Il loro ruolo alla��interno del conflitto A? abbastanza marginale, nonostante alla fine si tratti di due personaggi estremamente potenti. #PotevateFareMeglio.
  • War Machine a�� Basta. Ci avete fracassato i coglioni. A? obbiettivamente il personaggio piA? inutile di tutti i film Marvel, ma forse sto giro ce lo siamo tolti dalle scatole.
  • Ant Man a�� ottima prestazione, insieme a Spidey rappresenta la��aspetto comedy del conflitto. Quando si ingrandisce regala emozioni.

Il paragone con i fumetti – che ci piaccia o no, A? impossibile isolare completamente un film basato su un fumetto dalla��opera originale da cui proviene. A? pressochA� impensabile. Non me ne vogliate, ma A? vero. Soprattutto quando parliamo di una cosa come Civil War, che nel mondo dei comics ha rappresentato una svolta epocale.

Civil War
9gag.com

Nel film il cast dei personaggi A? ridotto alla��osso. Il motivo A? anche da ritrovarsi nel fatto che i vari X-Men, Fantastici 4 e Deadpool siano confinati ai diritti cinematografici della Fox, rendendo un crossover piA? ampio impossibile. Inoltre, i personaggi delle serie TV, sebbene facciano parte dello stesso universo narrativo di Avengers, agiscono sempre in un contesto esterno.

Inoltre, il pretesto nei fumetti A? ben differente: la��atto di registrazione. La��origine del problema A? simile, con la distruzione di una scuola derivata dallo scontro tra i New Warriors e un gruppo di criminali durante le riprese di un reality show, porta a numerose vittime innocenti, e spinge il governo a regolamentare la��attivitA� dei supereroi. In sostanza la��attivitA� degli eroi deve essere regolamentata dal governo degli USA, che si occupa di registrarli, costringendoli quindi a rivelare anche la loro identitA� segreta, nel caso la��abbiano. Tony Stark si schiera a favore, e per portare avanti la causa giura guerra a tutti gli oppositori della��atto di registrazione, capitanati da Cap e da una buona metA� di Avengers. Lo scontro A? quindi epico, con una serie di principi molto forti in gioco, e porta addirittura Iron Man, Reed Richards e Hank Pym a costruire una maxi prigione nella Zona Negativa dove criminali ed eroi avversi alla��Atto vengono rinchiusi. Stark viene quindi dipinto in termini molto negativi, in quanto pronto anche a sacrificare amicizie e principi alla base di una vita in tera per raggiungere il suo scopo. Nel film invece A? veramente difficile attribuire negativitA� al suo personaggio. Sembra quasi che entrambe le parti fosse una mera questione di assoggettazione al governo, mentre nel fumetto abbiamo molto di piA?.

Lotta tra i protagonisti di Civil War nel fumetto

Una��altra osservazione che possiamo fare riguarda la��effetto concettuale di una guerra civile tra supereroi. Dopo piA? di sessanta��anni di fumetto, una rottura cosA� forte ha un impatto devastante sui lettori, mentre nel MCU si parla di circa una decina da��anni di film, non piA? di tre o quattro per personaggioa�� La��effetto A? decisamente diverso. Un poa�� per le stesse ragioni discusse riguardo Batman v. Superman.

Come promesso ritorniamo a Spider Man: la��Uomo Ragno dei fumetti ha una buy cheap generic cialis. legacy ultradecennale alle spalle. E in Civil War si schiera con il Team Iron Man, arrivando addirittura a rivelare la propria identitA� segreta in una conferenza stampa. Esiste qualcosa di piA? epocale di questo? Nei film non A? stato possibile, visto che A? stato introdotto uno Spidey teenager con soli sei mesi di lotta al crimine nel curriculum. Un altro elemento che ha reso importantissima la CW dei fumetti manca nei film.

Peter parker nel fumetto di Civil War

Concludo con una��altra menzione importantissima. Durante lo scontro finale tra i due team, sempre nei comics, Cap decide di arrendersi. Arriva ad un passo dalla��uccidere il rivale Iron Man e si costituisce. Un finale col botto, che supera i limiti, perA?, solo nei fumetti successivi. Sulla strada per il processo in cui il capitano sarebbe stato giudicato di fronte alle autoritA� americane, un cecchino manovrato dalla��acerrimo rivale Teschio Rosso (ve la sto mettendo giA? in termini semplicistici) lo uccide. La morte di Capitan America come finale definitivo di una delle saghe piA? importanti della storia del fumetto mondiale. Capite? Nulla di tutto ciA? si vede nella pellicola.

Scena del fumetto con la morte di Cap. America

Civil War ha quindi, a mio avviso, diversi punti deboli, anche se resta un film magistralmente prodotto. E obbiettivamente i fratelli Russo hanno utilizzato tutti gli elementi a loro disposizione derivati dalla saga cinematografica Marvel, ma portando con sA� qualche falla. Nei comics nulla A? come prima alla fine di CW. Nel film abbiamo un senso di chiusura, comunque drammatico, ma non drastico come letto nelle pagine di Millar & McNivenA�sulla omonima miniserie.

Detto ciA?, consiglio agli interessati di recuperare la saga a fumetti su cui A? stato basato questo blockbuster hollywoodiano, disponibile in libreria in una raccolta ominibus comprensiva di tutte le storie di questo ciclo narrativo. Se invece volete avvicinarvi alla guerra civile in termini economicamente meno dispendiosi, a partire da questa settimana, in edicola sono disponibili, a cadenza settimanale, dei volumi monografici che raccolgono le parti piA? significative della��opera, reperibili con poco meno di 10 euro.

Rimando la��appuntamento qui su Pollo, dove nella��arco delle prossime settimane vi parlerA? di X-Men Apocalypse, pellicola in uscita il 18 maggio dedicata al gruppo di mutanti piA? famosi di sempre, prodotta perA? dagli studi Fox.

Per citare il nostro Stan Lee, a�?EXCELSIOR!a�?


MattPenna
Follow me

Commenti

comments

Pubblicato da MattPenna

Online Drugstore, lady era online, Free shipping, paxil buy, Discount 10%, diclofenac purchase