Così hai deciso di cominciare a giocare a Dota 2

Screenshot at 2015-12-02 21:00:22

Hai appena commesso uno degli errori più grandi della tua vita. Visto che hai cominciato, però, tanto vale provare a far schifo il meno possibile. Perché far schifo il meno possibile è il massimo che potrai fare. Essere bravo? Rinuncia in partenza. In Dota non puoi essere bravo. Cioè: puoi, ma non è alla tua portata. Non per ora, almeno, quindi non pensarci nemmeno. Per le tue prime, beh, qualche migliaio di ore di gioco, dovrai focalizzarti sul NON SBAGLIARE. Rispetto ad altri giochi simili, Dota ha una particolarità: castiga ogni singolo sbaglio. Prima di elaborare questa cosa, però, partiamo dalle basi. Proprio perché Dota è un gioco che non perdona nemmeno il più semplice sbaglio, scordati a priori di impararlo giocando. No, non ci riesci. Non provarci. Non farai altro che rovinare la partita per i quattro sventurati che troverai in squadra con te, ti beccherai un tot di report e finirai in low. Invece, fai una cosa saggia: la vedi l’immagine in cima a questo articolo? È la scheda chiamata “Learn“, o “Impara” (o qualcosa di simile, non ricordo perché io ce l’ho in inglese) se hai la lingua impostata su Italiano, del tuo client di Dota. Cliccaci su.

È la sezione tutorial.

steamworkshop_webupload_previewfile_113434932_preview

Sì, so che ti stai mettendo a ridere, tu, giocatore navigato che ha conquistato centinaia di giochi, siano essi comprati, craccati, o comprati via bundle o saldi di Steam. Tu pensi di non aver bisogno di un tutorial perché insomma, quanto mai potrà essere difficile? Il punto è: non lo è. Dota non è un gioco difficile, ma ti richiede di sapere cosa diavolo stai facendo, come minimo, per essere giocato. Il primo tutorial, quello sulle meccaniche, richiede meno di dieci minuti per essere giocato in toto, e ti insegna, da solo, pressappoco tutto quello che ti serve per capire come si gioca.

Ma non è tutto.

Non sai come comprare gli oggetti. Non solo quelli del tutorial. Non conosci manco un oggetto. Conosci un solo eroe e manco tanto bene. Nel tutorial c’è un’altra cosa che può aiutarti: i Bot match guidati.

Screenshot at 2015-12-02 21:12:41

Questi.

Nei quali imparerai a dovere come giocare Luna, Sven e Lina. Tre personaggi diversi con capacità e ruoli diversi. Oltre che loro, imparerai anche le abilità dei tuoi avversari così come quelle dei tuoi eventuali compagni di lane, cominciando ad accumulare un minimo di conoscenza nel gioco. Fidati di me. Fai questo. Ti aiuterà tanto, davvero, davvero tanto. Già quei tre guided bot match da soli bastano ed avanzano per darti tutta la conoscenza che ti servirà per giocarti una partita, e magari anche per vincerla. Ok, no, forse qui sto esagerando…

Radiant-Ancient-Wallpaper

Hai imparato a giocare a Dota, ed ora vuoi anche vincere una partita, suppongo. Lascia che ti dica due cose che ti servirà sapere a questo fine: vincerla dipende unicamente da te, non perderla dipende unicamente dal resto del tuo team. Se il tuo team fa schifo, molto probabilmente perderai indipendentemente da quanto bene stai andando. Le partite raramente è l’intero team a vincerle. Solitamente, è un solo giocatore andato bene in early per qualche motivo che si trova in late col personaggio più grosso, al punto tale da farsi da solo l’intero team nemico e guidare l’avanzata verso la loro base. Questa figura è quello che viene definito “carry“, quello che ha il compito di caricarsi la partita sulle sue spalle…

ho5WPcQ

…e quel qualcuno non sei tu. Benché sai usare già due carry e mezzo (Luna e Sven sono carry, Lina col giusto equipaggiamento può esserlo), non sei ancora abbastanza bravo da essere tu il protagonista della partita. Datti tempo. Cresci. Impara a non farti colpire dai creep, dalla torre e dai nemici in lane, impara le tempistiche, le locazioni, a guardare la mappa, a restare calmo quando c’è uno scontro tra le due squadre e non andare nel panico. Per ora, prova a giocare dei personaggi alla tua portata. Qui voglio presentartene alcuni, con relativa build, che il tuo team ti sarà grato per aver preso.

1022318

Per cominciare: lei. No, non è Jessica Nigri. È la Crystal Maiden, ed è un support. Il suo compito è quello di assicurarsi che il resto del suo team abbia abbastanza mana. Come? Con la skill assegnata al tasto E. È una passiva, ovvero funziona anche se non fai nulla. Ciò che fa è far sì che il mana di tutto il team si ricarichi più velocemente. È la skill a cui dovete dare priorità, e se intendete prendere lei, non mancate di riferire al vostro team quanto segue: “I’m maxing passive“, sto massimizzando la passiva. Saranno tutti contenti di avere mana gratis, e quindi giocheranno meglio. Consiglio di giocarla nella “safe lane“, quella più lunga, in alto nei Dire ed in basso nei Radiant. Tutto ciò che dovete fare è usare la W sui vostri nemici ogni volta che potete, attaccare solo loro e lasciare i creep al vostro compagno di lane. Non vi servono molti soldi per giocarla.

335700-large

Il secondo è lui: il Necrophos. Tutto ciò che deve fare è massimizzare la W ed andare nella “hard lane“. Quella corta, a destra nel Dire ed a sinistra nel Radiant. Quella skill permette lui di fare male ai nemici solamente esistendo ed avendoli nel suo “campo visivo“. Praticamente, nella medesima porzione di schermo in cui è lui. La sua Q, poi, cura sé stesso e tutti gli alleati che ha intorno, mentre danneggia i suoi nemici. Tutto ciò che deve fare è restare in vita. Risparmiate la Q per quando dovete curare il vostro compagno di lane, cercate di stare vicino ma non troppo ai nemici e non fatevi colpire. Fate questo, e la lane è vostra.

dota2_lich_by_biggreenpepper-d6l7l0n

L’ultimo è lui, il Lich. Tutto ciò che deve fare è prendersi la E ed usarla ogni volta che può. È una skill che gli permette di sacrificare uno dei creep alleati per ricaricare il suo mana. Userà questo mana per usare la Q sui nemici quante più volte può. Deve fare solo questo e, come i due eroi precedenti, usare la ultimate (la R) solo durante gli scontri tra team.

Tutti e tre questi eroi potete giocarli con gli stessi oggetti. Cominciate con un headdress (copricapo), poi un magic stick (bacchetta magica) e poi tutto quel che serve per i guardian greaves (stivali del protettore). Ogni tanto, comprate delle observer wards (quei cosi gialli con tanti occhi sopra)

steamworkshop_webupload_previewfile_295888374_preview

e piazzatele in giro per la mappa, nei luoghi in cui non avete visione. Il vostro team vi ringrazierà. Con tutti e tre questi eroi, tutto ciò che dovete fare è attaccare i nemici in lane, proteggere il vostro compagno di lane e sopravvivere e cercare di star sempre vicino ai vostri alleati. Sono perfetti per impratichirsi, ed una volta che avrete preso confidenza potrete cominciare a giocare anche altro. Cosa cominciare a giocare? Ve lo dirò nel prossimo post. Per ora, datevi da fare con questo e buon divertimento. GG a tutti!

Commenti

comments

I commenti sono chiusi.