#Cut4Zayn è per bambine viziate.

Zayn Malik lascia gli One Direction: forse una scelta saggia e matura, forse no. Per me lo è ma non voglio entrare nel merito della decisione.

Il divo in questione

Il divo in questione.

Sappiamo com’è andata a finire: molte fan hanno iniziato a tagliarsi le vene postando le immagini sui social per cercare di convincere il divo a rientrare nel gruppo: un gesto non solamente stupido, ed indice di un insano rapporto di apprezzamento, ma anche egoista.

Onestamente non riesco ad immedesimarmi con un tale grado di fanatismo quindi forse minimizzo quello che provano ma questo non giustifica il tagliarsi le vene: c’è da chiedersi se è davvero giusto mettere al primo posto la propria volontà a discapito della libertà del cantante di avere controllo sulla sua stessa vita.

Detto in soldoni: è giusto che un artista sia condizionato dal volere dei fan?

Già si pensa a possibili sostituzioni di Zyan

Già si pensa a possibili sostituzioni di Zayn.

La questione in realtà va oltre il semplice fatto di cronaca e non si limita alle boy band: ogni volta che un cantante lascia una band, sia per darsi alla carriera da solista, sia per altri motivi, le reazioni di molti sono decisamente esagerate, fino ad arrivare a quelli che urlano al tradimento. Una situazione analoga accade ogni volta che un artista decide di cambiare, anche non radicalmente, genere: lì le critiche vanno dal tradimento, all’essersi venduti alle case discografiche, al rincoglionimento totale.

In realtà uno dei vantaggi dell’intraprendere la carriera artistica dovrebbe essere la totale libertà creativa: come può un cantante creare nuovi brani di qualità se non possono essere diretta espressione di qualcosa di solamente suo? Ma soprattutto: non saranno un po’ cazzi suoi se vuole o meno continuare la propria carriera in una determinata maniera?

Capisco, dunque, la delusione o la tristezza dovuta a certe scelte di una persona che si idolatra ma non quando queste portano a reazioni così invadenti.

Concludo esprimendo solidarietà con Filthy Frank per il dolore che sta provando in questo momento.

Gioleppo

Gioleppo

Giovane, irascibile, presuntuoso e A E S T H E T I C.
Decisamente uno che si fa le menate.
Gioleppo

Commenti

comments

A proposito di Gioleppo

Giovane, irascibile, presuntuoso e A E S T H E T I C. Decisamente uno che si fa le menate.

I commenti sono chiusi.