Ennesima gaffe di Ticketone!

Come ben sa chi è fan, i Metallica, storica band thrash metal statunitense, capitanata da James Hetfield (Voce e chitarra ritmica), Lars Ulrich (Batteria), Robert Trujillo (Basso) e Kirk Hammett (Chitarra solista) torneranno in Italia per un’unica imperdibile data il 2 Giugno a Rho insieme alla nota band di Mike Patton, Faith No More, ad aprire le danze.

Dopo il sold out a Roma dove hanno infiammato l’ippodromo Capannelle infatti, hanno deciso di darci un bis, come aveva detto lo stesso Lars a fine live: “Ci vedremo presto” e così è stato.

La notizia di un’altro loro live nel nostro paese quest’anno ha letteralmente scosso i fan che sulle pagine ufficiale del noto social network “Facebook” attendevano con ansia l’uscita dei biglietti disponibili dal 26 Gennaio per i membri iscritti al Metclub e dal 28 Gennaio alle ore 11 per tutti gli altri.

Arriva il 26 e finalmente tutti si accingono entusiasti a comprarli (103,50 euro il posto sotto palco chiamato Gold Circle Ticket e circa 90 il posto regular, ovvero su prato), l’acquisto su Ticketone procede bene e la gente pubblica foto su internet.

Sembra tutto perfetto, tutto liscio, ma così non è, come detto prima, l’uscita per i non abbonati al metclub era per il 28 Gennaio alle ore 11 e qui è successa la clamorosa gaffe di Ticketone, alle 11:01 infatti, i biglietti Gold erano già terminati, come si può notar dallo screenshot qui sotto!
Immagine

Gira voce di una  vendita ai bagarini da parte di Ticketone di una somma esagerata di biglietti Gold, vendita clamorosa visto che poi i Bagarini fanno pagare i biglietti ben 40 euro circa in più del noto sito.

Non vorrei dire ma queste cose accadono solo in Italia e maggiormente quando si tratta di Milano e dintorni, l’anno scorso infatti, andai a seguirli a Roma il 1 Luglio e c’erano molti meno problemi e soprattutto i Gold non finirono in appena 40 secondi (disponibili addirittura 4 giorni dopo), cosa assolutamente clamorosa, cosa che nessuna band o artista aveva mai fatto, neanche gli Iron Maiden o i Rolling Stones, e ho detto tutto!

Questa situazione, tra l’altro, si verificò anche per gli Aerosmith tempo fa e per gli stessi AC/DC che dovranno suonare a Imola il 9 Luglio (anche se almeno son durati 15 minuti, pochissimo tempo comunque per vender tutti i biglietti), quindi non di certo una novità, i Metallica son solo le ultime vittime di questo imbroglio, che chissà chi altro/a artista/band colpirà in futuro!

Ora Ticketone dovrà spiegare questa clamorosa gaffe ai fan in rivolta sul web (come me) che son curiosi di sentir una spiegazione logica e che, soprattutto, non son riusciti ad ottenere il tanto desiderato biglietto Gold Circle.
TicketOne _logo nuovo

Voi che ne pensate di questa farsa clamorosa? perchè dire biglietti in vendita dal 28 Gennaio e poi non trovarli dopo 30 secondi? Cosa c’è sotto secondo voi? speriamo che Ticketone ne metta disponibili altri a giorni (si attendono news ufficiali) altrimenti è una delle gaffe più clamorose degli ultimi anni!

Boo Boo

Commenti

comments

Pubblicato da Boo Boo

Admin fondatore delle pagine facebook: "Per gli amanti del Rock e dell'Heavy Metal" e "Paolo Lebbrosio" e admin collaborativo di "Guitar: my life" e "Pollo"

Una risposta a “Ennesima gaffe di Ticketone!”

  1. È vergognoso il modo in cui Ticketone gestisce questi grandi eventi. Non è possibile che una persona, connettendosi un minuto dopo la messa in vendita, non riesca già più a trovare un biglietto nel settore migliore per godersi le sue band preferite come si deve (e il motivo è ben spiegato nell’articolo).
    Io per fortuna il 28 gennaio non avevo molto da fare in ufficio ed ero pronto all’acquisto: nel momento esatto in cui l’orologio ha segnato le 11:00 ho fatto il refresh della pagina e sono riuscito a mettere tre biglietti golden nel carrello (uno per me e due per dei miei amici), ma è allucinante che per poter comprare (e pagare profumatamente) un biglietto devi praticamente affrontare un gioco di abilità e velocità. Ho tanti altri amici che avrebbero voluto prendere il golden e non ci sono riusciti.
    Tra l’altro ai 103 del biglietto (già compresi di diritti di prevendita) vanno aggiunti 10 euro di spedizione (10 euro per spedire tre biglietti di carta di pochi grammi di peso?) e quasi 7 euro di non meglio specificate “commissioni di servizio” (altra cosa francamente allucinante).
    Bah, spero vivamente per te e per tutti quelli che avrebbero voluto i biglietti golden, che vengano rimessi in disponibilità più avanti.

I commenti sono chiusi.