Guida a League of Legends (Parte 1)

“Non giochi a LoL? LOL!” cit. Croix89

(Video epico ma poco accurato)

Benvenuti a questa breve guida a League of Legends e al suo magico mondo.
Più che spiegarvi subito come si gioca, penso sia più adeguato dirvi perché dovreste essere interessati a giocare!

PRO

-È il gioco multiplayer online più giocato al mondo.
Almeno vi levate lo sfizio di sapere come milioni di persone impiegano/perdono infinite ore del loro tempo. Non avrete mai problemi di lunghe code d’attesa per iniziare una partita.

Free to play.
Non “Free to play*”, non Freemium. FREE to FUCKIN PLAY.
Potete non spendere un soldo nella vostra vita per il gioco e (ma anche no) diventare dei superpro che guadagnano palate di quattrini per giocare ai videogames.

Gioco di squadra
Se volete vincere, imparerete a lavorare in un team per raggiungere un obiettivo. Questa è una cosa utilissima non solo nel mondo videoludico, ma anche nella vita. Giuro, non sto delirando, è un addestramento estremo. Capirete meglio nella sezione dei contro. Quando stare zitti, quando prendere il controllo della situazione, quando fare il Maurizio Costanzo… una battaglia strategica garantita ad ogni partita.

Longevità.
Ci sono più di 120 personaggi con abilità completamente diverse fra loro per una partita che ne può avere massimo 10. Il gioco viene costantemente rinnovato e aggiornato da uno staff molto attivo. Potete stare sicuri che se vi piace il gioco in sé, non lo troverete ripetitivo a lungo andare. Anche perché dovrete sbloccarli e imparare a giocarli a mano a mano… a meno che non vogliate… pagare… (Completamente non necessario)

-Enorme community.
Se volete farvi qualche amico e vi annoiate a giocare da soli, questo è il gioco giusto, è davvero molto facile trovare altri nerdazzi come voi con cui divertirsi. Li riconoscerete perché saranno quelli che non vi insultano dall’inizio alla fine della partita. Tramite programmi come TS, Curse Voice e compagnia bella presto potrete trascorrere sessioni di gioco in allegria… a meno che non giudichiate male i player che aggiungete fra gli amici e vi ritroviate in un covo di flamer, ma lì sono affaracci vostri.
La community online mondiale sforna materiale d’intrattenimento non stop, ce n’è parecchio e pure molto figo, mi si permetta un esempio:

Tette.
La community è talmente vasta da infrangere la regola del “There are no girls on the internet”. Aldilà delle classiche eroine svestite fondamentali per qualsiasi gioco che aspiri ad essere popolare, LoL è stato di recente preso in considerazione dal mondo delle cosplayer, senza contare le varie streamer che fanno abile sfoggio della loro abilità mostrando come sono brave a comprare vestiti scollati e indossare il push-up.
Con cosplayer sapete benissimo cosa intendo. So che voi sapete chi è Jessica Nigri. E so anche che se non lo sapevate ora mi sarete grati.

Teemo Nigri

(Attenzione, il contenuto potrebbe non rispecchiare al 100% la fonte d’ispirazione. Se state leggendo questa frase non avete passato il gay test)

Attention whores a parte, non è cosa rara trovare gamer girls su League of Legends, alcune simpatiche, alcune un po’ bimbominkia, ma per un gioco multiplayer online è senza dubbio un punto a favore. Se scopro che dopo che iniziate a giocare vi fate sgamare soldi in skin comprate per gatte morte vengo a prendervi a calci nelle palle di persona.

Ci vediamo al prossimo articolo della guida a League of Legends in cui vi parlerò dei contro… nel frattempo iscrivetevi. ORA.

 

Commenti

comments

I commenti sono chiusi.