Hentai di Natale: quali leggere

Ah… il Natale.

Quel magico periodo in cui i blog si riempiono di articoli sullo shopping delle feste, la cucina delle feste, le canzoni delle feste, tutti sospesi fra l’entusiasmo e la critica hipster al consumismo dilagante. Noi di Pollo, però, siamo diversi. E per dimostrarvelo, ecco a voi una piccola classifica safe for work di hentai, rigorosamente vanilla a tema natalizio, letti e testati dal sottoscritto. Perché non c’è niente di meglio di un bel pacco col fiocco, per rallegrare la mattina di Natale.

  1. Merry Box, di Kuro Tengu (Neon Genesis Evangelion)

Prendete Asuka, Misato e Maya di Evangelion, aggiungete un completino di biancheria natalizia estremamente ammiccante, spolverate con tanto umorismo e servite con disegni eccellenti, da far concorrenza a Sadamoto. Avrete così ottenuto Merry Box, il monumentale special natalizio del circolo Tengu no Tsuzura.merrybox_01

 

Incentrato sul tentativo delle suddette ragazze di fare una sorpresa natalizia alle rispettive cotte, questo hentai ci regala scene comiche molto godibili, accompagnate da fapping material più che valido. Come insegnatomi dalle potenti Lift e CaskaLangley di Dummy System (che saluto), potrete spacciarlo per uno di quegli hentai che “no, ma io lo leggo solo for the lulz. Imprescindibile.

  1. Holy Night Happy Bell, di Takayaki (originale)

Vi è mai capitato che le vostre due (e dico due) fidanzate vi facessero una sorpresa, facendosi trovare con indosso un focoso vestito da Babbo Natale? No, eh? Ma in fondo è per questo che esistono gli hentai.001

Il gruppo Jenoa Cake sforna un delizioso mix di tenerezza ed erotismo, che vi terrà incollati allo schermo del computer e al pacco di Cleenex. L’unica pecca è che sia un po’ breve, ma il fatto che sia tutto a colori compensa egregiamente.

  1. TOYTOY Christmas, di Kagato (originale)

Il costume da Babbo Natale si abbina a manette e collare, in questo hentai del gruppo Z-Front. Alla vigilia di Natale, un ragazzo regala alla propria fidanzata un grazioso set di sex toys. Parte così una profonda disquisizione sul significato del bondage nella psicologia dell’uomo contemporaneo, mediata dall’usuale mole di commenti superflui di entrambe le parti in causa.

Il fidanzato ideale.

Il fidanzato ideale.

Il tratto è pulito e piacevole, e le trovate umoristiche alleggeriscono il tono complessivo della narrazione. Insomma, non è il solito bondage super-perverso che alla fine è solo noioso.

  1. I<3H, di Okara (To aru majutsu no index)

Cosa succede se prendiamo una tsundere imbranata a Natale e le diamo qualche dritta su come conquistare un ragazzo? Beh, se siamo in una doujinshi la risposta è abbastanza scontata.012

 

Ed è così che Misaka decide di rendere il pranzo di Natale di Kamijou un po’ meno deprimente cucinando per lui e già che c’è mischia nel curry del poveraccio una generosa dose di Viagra. Il resto, potete immaginarlo. Tra l’altro, l’outfit a tema della nostra Railgun è uno dei migliori di questa batteria.

  1. Colorful Santa | Santa Claus Dreamin’, di Inuburo (originale)

Chiudiamo in bellezza con una folle escursione erotica nella magia del Natale.

Tutto ciò è in qualche modo poetico, non trovate?

Tutto ciò è in qualche modo poetico, non trovate?

Un uomo, solo e disperato alla vigilia di Natale, decide di indossare un costume da renna e andare in giro a spaventare coppiette a caso, con tanto di calza a mo’ di reggipacco. Prima che possa dare inizio al proprio piano diabolico, tuttavia, una favolosa ragazza con la coda da gatto e le sue assistenti-renna (no, sul serio) gli entrano in casa per insegnargli il vero significato del Natale.

Bene, è arrivata l’ora di salutarci. Buon Natale, buone Feste e Chtulhu Fhtagn a tutti voi, e ricordate: date un senso alle vostre diottrie!

Based-sama

Vent'anni e ancora guarda i cartoni animati. Ha una D nel nome, ma non la sbatta di imparare a usare l'haki. Un villain nato, spreme sempre il tubetto del dentifricio dalla parte di mezzo.
Based-sama

Commenti

comments

A proposito di Based-sama

Vent'anni e ancora guarda i cartoni animati. Ha una D nel nome, ma non la sbatta di imparare a usare l'haki. Un villain nato, spreme sempre il tubetto del dentifricio dalla parte di mezzo.

I commenti sono chiusi.