La Cinerubrica di Pollo: Maggio 2016

Bella lì, cinelettori della cinerubrica. Come ve la passate? Io male visto che ultimamente sento parlare solamente di questi dannati Cinecomics e la mia speranza nell’umanità continua a scemare. Se anche voi siete nella mia stessa situazione vi propongo delle pellicole di qualità (almeno secondo il sottoscritto) per alleviare il dolore.


THE INFORMANTthe informant

Un film particolarmente difficile da digerire a causa di un protagonista quantomeno antipatico ma non per questo un brutto film. Anzi! In effetti se fosse brutto non sarei qui a consigliarvelo. Matt Damon da nuovamente prova della sua bravura e porta a casa la pagnotta facendoci godere questa folle storia.


 

LE CONSEGUENZE DELL’AMORELe-conseguenze-dellamore

Vi racconto di come sono venuto a conoscenza di questo film: era una sera solitaria per il giovane Demo e mentre faceva zapping in TV (non avevo ancora Internet a casa per qualche assurdo motivo) nella disperata ricerca di un contenuto video capace di sollevarlo dai dolori della vita si ritrovò davanti un opera non doppiata e lestamente li soggiunse un brivido lungo la schiena perché temeva di essere di fronte all’ennesimo film spazzatura. Invece no! Fu sorpreso (a sua sorpresa) da una attore che <inserire bestemmia desiderata> sapeva recitare e poco dopo si accorse anche della regia come <inserire bestemmia desiderata> si deve! Fu così che Demo conobbe Toni Servillo e Paolo Sorrentino.


NON ESSERE CATTIVONon-essere-cattivo-

Poche parole per questo film. È la prova che il cinema italiano può tornare ad essere uno dei migliori.


 

TERRATerra

Giusto per non farci mancare niente vi parlo anche di questo documentario. Come è prassi la fotografia è eccezionale ma la cosa veramente interessante è il messaggio. Inizialmente mi aveva dato fastidio, visto che a mio parere i documentari si devono limitare a descrivere/mostrare, ma una volta terminato lascia una bella sensazione. Insomma spero che ce ne siano altri come questo in futuro.


PACIFIC RIM245941id1b_PacRim_1sided_120x180_2p_400.indd

Ok, diciamo le cose come stanno. Nello stesso momento in cui inizia il film saprete già come andrà a finire. Quindi se un giorno vi ritroverete con una strana voglia di vedere dei robottoni che combattono contro dei mostri giganti e non vorrete usare nemmeno un neurone, ecco a voi Pacific Rim.


Commenti

comments

A proposito di D.E.mo

Sono meglio di te

I commenti sono chiusi.