Le 5 serie tv da NON perdere della stagione 2015-2016

Siete delusi dalla stagione seriale appena conclusasi? La seconda stagione di True Detective non è stata di vostro gradimento?
Ebbene, per preparavi al meglio a ciò che vi aspetta da settembre, Pollo ha raccolto per voi le 5 serie tv da non perdere poiché (date le premesse) sembrano promettere grandi gioie per gli amanti del genere e delle serie tv.
(Ndr: l‘ordine è puramente casuale, non per importanza.)

The-Player_opt-620x371The Player
Dai produttori di The Blacklist -gli stessi di alcuni dei capitoli delle saghe di Alien, Predator e Alien vs Predadort– ecco che viene presentata una delle serie di azione/thriller con più possibilità di successo. L’unico problema potrebbe presentarsi nel caso l’esecutivo decida di allungare la stagione diluendola fino a coprire le solite venti puntate (come, appunto, per The Blacklist): la storia potrebbe calare di pathos e azione per dar luogo a momenti di blando intrattenimento. Ma visto che la serie sarà presentata ufficialmente il 24 di settembre, non c’è motivo di fasciarsi la testa ora.

Nota a margine: un Wesley Snipes quello presentato dal trailer molto diverso da quello che i più si ricorderanno in Blade.

22079-grinter-copertina_jpg_620x250_crop_upscale_q85The Grinder
Patrick Dempsey dopo aver recitato per undici anni in Grey’s Anatomy, saprebbe replicare nella vita reale il ruolo che ha ricoperto in quella determinata serie?
Il concetto sul quale si poggia questa serie comedy è essenzialmente questo: Dean Sanderson (Rob Lowe), dopo aver recitato per otto anni nella serie tv The Grinder come avvocato, si cala nella vita vera nel ruolo di avvocato entrando a far parte dello studio legale condotto dal fratello.
C’è abbastanza materiale per poter coinvolgere lo spettatore e regalare grosse risate.

 

RosewoodRosewood
Prendete l’ambientazione, l’abbigliamento e tanti altri elementi di contorto di Dexter e aggiungeteci l’elemento della simpatia acida e diretta che contraddistingueva Dottor House. Mischiateli bene ed avrete l’accattivante crime drama della FOX. Miami a fare da sfondo, un personaggio sopra le righe ed una dosa non indifferente di casi episodici da risolvere.
Non essendo ancora andata in onda non si può ancora parlare di certezza del successo, ma Rosewood si presenta come una delle nuove serie più promettenti dell’intero palinsesto 2015-2016.

 

minorityreport-135146-2-1748x984Minority Report
Dalla mente di Philip K. Dick, nel 2002 si era attinto per un film fantascientifico che vedeva come protagonista Tom Cruise e in cabina di regia il Dio Spielberg.
Nel 2015 quella storia verrà ripresa e le verrà dato un seguito, partendo da circa dieci anni dopo gli avvenimenti trattati nella pellicola del 2002.
C’è poco altro da aggiungere se non che tra i produttori, oltre al già citato Steven, compare anche Kevin Falls, sceneggiatore e produttore di The West Wing.
La data del debutto ancora non si sa con precisione.

1000.5x2Quantico
How To Get Away Of Murder ha fatto scuola. Questa cosa è da tenere bene a mente mentre si va a vedere il trailer della serie: la storia parte dalla fine, presentandoci il punto d’arrivo per poi ripartire da zero e spiegare allo spettatore il come ed il perché si arriverà in quel determinato punto. Il punto cardine della serie è l’attacco terroristico “più grave dopo il 9/11” compiuto da uno dei cadetti della sede di addestramento dell’FBI a Quantico.
Il colpevole ci verrà quindi mostrato molto probabilmente fin dall’inizio, ma sarà impossibile giungere alla soluzione se non tramite considerazioni e blande supposizioni.

 

[Fuori da questa raccolta è stato tenuto The X-Files perché ripartendo dalla decima stagione non si sarebbe trattato di una vero e proprio pilot, cosa che invece sarà per le serie sopra elencate.]

Jim LaFleur

Esistono storie che non esistono.
Offerto da Gropponi, abbigliamento infimo e Amaro Letale, voglio il peggio.
Nato male e stronzo, cresciuto ancor peggio.
Jim LaFleur

Commenti

comments

A proposito di Jim LaFleur

Esistono storie che non esistono. Offerto da Gropponi, abbigliamento infimo e Amaro Letale, voglio il peggio. Nato male e stronzo, cresciuto ancor peggio.

I commenti sono chiusi.