Madoka Magica concept movie: sequel di Rebellion?

Stavo badando ai fatti miei, stamattina, quando un anonimo benefattore ha deciso di farmi un regalo di Natale anticipato caricando in rete una ripresa del concept movie di Puella Magi Madoka Magica pubblicato al Madogatari, la mostra-evento per il quarantesimo compleanno dello Studio Shaft. E dunque mi sono subito messo in moto per analizzare il video (che trovate qui) e il suo script (che trovate qui), cercando di cogliere indizi per i futuri sviluppi dell’anime che ci ha insegnato come anche le maghette possano fare delle morti orrende.

Madogatari: la cosa più bella che non vedrete mai.


Il video (più simile a un trailer che a un cortometraggio) comincia con gli occhi di Kyubey che ci fissano con l’evidente intento di strapparci l’anima. In sottofondo suona quello che sembra un flauto dolce. Subito dopo il cielo si frantuma, demolito dalla caduta di un’enorme testa di pietra vagamente somigliante a quella di Mami (lol). Pochi secondi più tardi, quello stesso oggetto precipita al suolo devastando quella che suppongo sia Mitakihara.

Comincia poi la scena probabilmente più importante: Madoka che danza. Durante tutta la scena, le voci di Madoka e Homura discutono sul significato della felicità, osservando che “il Paradiso non ha niente di tutto ciò”.

Compaiono, durante queste scene, disegni stilizzati abbastanza simili a quelli che si notano durante la comparsa delle Streghe, e in un’inquadratura ravvicinata notiamo che Madoka ha gli occhi chiusi. Subito dopo, occhi stilizzati ci fissano, appena coperti da una frangia sospettamente simile a quella di Homura. E poi, carote. Così, a caso.

Una ragazza-lucertola (o forse una ragazza mostruosa, NdR) non poté fare a meno di compatire la Dea”. Homura scandisce queste parole, mentre la sua Soul Gem oscilla come un pendolo fin quasi a fermarsi. Vediamo quindi Madoka concludere la propria esibizione con la posa diffusa nel materiale promozionale del Madogatari, tratta dal Lago dei cigni. Homura applaude lentamente; indossa l’uniforme scolastica, ma il suo volto è immerso nell’ombra, e la sua voce conclude: “Fino a quell’atto di crudeltà (Rebellion?, NdR), la gentile radianza, quando era incontrata nell’oscurità… era troppo abbagliante”.

Madoka al termine della sua “esibizione”.

Nuovo cambio di scena: Kyoko sta combattendo contro qualcosa, non è chiaro se si tratti di Streghe, Wraith o altro. Alcune delle creature che la circondano ricordano zampe di cavallo (Ophelia?). Due voci non identificate, durante la battaglia, dicono che “ultimamente ci sono molti gatti, in giro”, e che alcuni di loro sono morti.

Oktavia von Seckendorff e un Wraith si fronteggiano in uno scenario che ricorda l’arena dello scontro contro la Walpurgisnacht. E mentre Kyoko afferma che “quella persona non chiederebbe mai aiuto ad altri senza ragione” (la traduzione è incerta), Sayaka cade nel mezzo delle rovine allagate.

Compare il simbolo della Legge della Ruota, insieme ad una scritta in caratteri runici (la scarsa qualità non mi permette di tradurre con certezza, ma mi sembra di aver letto EI** NI SITE), e viene inquadrata Hitomi mentre cammina nel parco di Mitakihara. La sua voce dice: “sono sicura che a loro sia proibito parlarne; se i benefici della magia non sono tenuti segreti, forse i suoi effetti spariscono” (che sospetti qualcosa delle altre?). La sequenza si conclude con un’inquadratura ravvicinata del volto ad occhi chiusi di Sayaka, che pare indossare una specie di maschera a mezzo volto.

Il simbolo della Legge della Ruota e le rune. Riuscite a decifrarle?

Nagisa corre in un prato, dicendo che “questa cosa mi puzza di cospirazione”, e poco dopo Kyubey afferma: “perché sono qui? Non c’è alcun beneficio”.

La terra si spacca, e una tempesta di fuoco emerge dal terreno mentre Mami si esibisce in una delle posizioni più badass della storia, parlando con qualcuno (Homura?). Da notare che la sequenza è piuttosto simile a quella mostrata durante la trasformazione di Madoka durante l’ultima timeline, suggerendo che il nostro fuciliere preferito si prepara a diventare l’essere più potente dell’universo osservabile. Dallo spazio osserviamo un’enorme struttura sollevarsi dal pianeta, simile ad un lungo velo da sposa con una tagliola al posto della giarrettiera che poggia a terra tramite una zampa di cavallo (è Madoka Magica, che vi aspettavate?).

Madoka Magica è come il pesce che hai pescato quella volta nel ’94: diventa un po’ più epico ogni volta.
L’ho vista prima io, giù le mani.

Tra le fiamme, Homura esibisce un sorriso diabolico, protendendo una mano artigliata verso di noi (la amo sempre di più); nella ripresa successiva, però, la ragazza torna al costume da maga. Un familiare nastro rosso sventola appeso a un ramo, mentre Madoka dice che “non devi più odiare nessuno”. Madoka stessa poi ci corre incontro con un costume diverso dal solito, inseguita da un volo di corvi (le Liese di Rebellion?). Fatine colorate svolazzano nello schermo, e Madoka chiede loro se vogliono salvarla (una di loro ricorda Kyoko; che siano le maghe che tentano di ripristinare la Legge della Ruota?). Vediamo di nuovo la struttura gigante, e poi Mami che fissa qualcosa da un piedistallo. Un fucile spara. Fine.

Cose che vi faranno venire l’ansia.
Dite quello che volete, ma i colori sono quelli di Kriemhilde Gretchen.

Come sapete cerco sempre di essere equilibrato, nelle mie riflessioni, e anche questa volta OMMIODDIO AVETE VISTO?!

Ahem.

Okay, ricomponiamoci. Non è detto che questo sia un trailer, né che abbia nulla a che fare con il prossimo capitolo, ma penso che ci siano buone probabilità. Madoka che danza nel mondo perfetto creato da Homura sotto il suo sguardo compiaciuto (con tanto di finestra alle sue spalle), lei e Sayaka ad occhi chiusi in quanto private della memoria… Sono solo interpretazioni, ma si ricollegano bene al finale di Rebellion.

Detto questo, le domande sono tante: ci sarà Ophelia? Mami affronterà Homura o Homucifer? Cos’è quell’enorme struttura? Il nuovo outfit di Madoka è in realtà la veste umana di Kriemhilde Gretchen? Che rapporto c’è, ora, tra Sayaka e Oktavia?

Tante domande, nessuna risposta. Perciò, in attesa del 2016 (o quantomeno del prossimo trailer), preparate le mutande pulite. Puella Magi Madoka Magica sta tornando.

Anche noi, Madoka. Anche noi.

Based-sama

Commenti

comments

Pubblicato da Based-sama

Vent'anni e ancora guarda i cartoni animati. Ha una D nel nome, ma non la sbatta di imparare a usare l'haki. Un villain nato, spreme sempre il tubetto del dentifricio dalla parte di mezzo.