Non sono in fissa col cibo, è il cibo che mi fissa

Tempo fa avevo affermato che gli Islandesi sono persone strane.
Ebbene, sarete contenti di sapere che stavo parlando solo della zona europea. Perché di pazzi in giro ce ne sono tantissimi e tra questi i primi in assoluto sono i Giapponesi.
Di sicuro la cosa non risulterà nuova: da dove vengono i carinissimi piatti pieni di ogni tipologia di bestia cruda o ancora semi-viva? I fagioli di soia fermentati? Il polpo che tenta di strangolare il buongustaio che tenta di deglutirlo alive?
Esatto. Sempre da quell’insieme di isole là, oltre la terra del bambù.

Quale sarà mai il soggetto dell’articolo del mese? Vi do un indizio: è fatto della stessa cosa di cui è fatto anche il vostro amatissimo sushi, però non penso che lo troverete uguale.
Insomma, voi vorreste mangiare occhi di pesce?

Ecchebbellini.

Ecchebbellini.

Quelli qua sopra sono occhi di tonno. Sono una delizia in Asia ed in particolare nel noto Paese del Sol Levante. Sono venduti in qualsiasi mercato o supermercato, di solito impacchettati da soli, puliti dai muscoli e da tutto ciò che non sia occhio. Costano pochissimo, uno o due dollari e sono conditi in maniera molto semplice con limone e sale, ogni tanto zenzero. Può anche accompagnare divinamente dei noodles con verdure, a discrezione del palato.

Un po' come una cotoletta.

Un po’ come una cotoletta.

Di cosa sanno una volta messi in bocca? Dicono che sembri gelatina piuttosto dura e che il sapore rassomigli fortemente al grasso del pesce. Bisognerebbe provarlo per esserne certi. Perché non offrirlo ai vostri ospiti innamorati e ossessionati dal Giappone? Ne saranno felicissimi! E non capita tutti i giorni di poter dire che il proprio cibo vi fissa.

The Lice

Commenti

comments

A proposito di The Lice

E' femmina, è giovane, parla in terza persona come il divino Cesare e nella vita si diletta con il macabro, il meraviglioso e lo schifo puro. Si domandano ancora perché sia single.

I commenti sono chiusi.