Per taccagni convinti: the Roadkill Cuisine [parte 1]

Questo mese non vi presenterò un piatto, ma molto di più. Qualcosa che va oltre una ricetta, un popolo, una nazione. Vi parlerò, infatti, di uno stile di vita, vivo e potente in quasi ogni persona che calca questa Terra: la tirchieria.

A chi non piace risparmiare? Diciamocelo: è bello avere tanti soldi e ridurre al minimo le spese sulle cose che meno ci interessano e sui beni primari – mi perdonino i critici culinari. Se anche voi fate parte della cricca, sarete molto contenti di conoscere questa nuova possibilità culinaria.

La roadkill cuisine.

La cena è (quasi) servita!

La cena è (quasi) servita!

Cos’è questa bella e vivace attività amante della natura? Molto semplice: il riciclo di tutta quella carne derivata da animali uccisi da automezzi e raccolti sul bordo delle strade. Questa pratica è molto sentita negli Stati Uniti, tanto che numerosi chef coraggiosi al punto giusto hanno pubblicato veri e propri ricettari sui mille modi in cui cucinare le bestie morte trovate in giro. Ma quali sono questi animali? Di tutto e di più, la cena può essere molto variegata! Tutti i tipi di cervi, alci, renne, bisonti e capre selvatiche, ma anche orsi, tassi, scoiattoli, castori, cani della prateria e moltissimi uccelli. Tutto ciò che potete tirar sotto con il vostro pick-up, se in buone condizioni (cioè se non gli avete fatto saltare le cervella o sfondato la cassa toracica) potrà finire su un tagliere della vostra cucina.

Un libro sulla roadkill cuisine

Persone che sanno cos’è l’ironia.

Pensate: alcuni governi incentivano l’utilizzo della roadkill cuisine: così facendo ci si ritrova con le strade sgombrate gratuitamente da carcasse anche di grandi dimensioni che potrebbe marcire nel giro di pochi giorni. I vantaggi dei mangiatori sono molteplici: prima di tutto, carne gratis. Seconda cosa: è come mangiare selvaggina, solo non piena di pallini di piombo. Terza cosa: è gratis. Cosa? L’avevo già detto?

Il mese prossimo scopriremo cosa può essere incredibilmente grigliato seconda questa filosofia di vita. Stay tuned, stay roadkill!

The Lice

E' femmina, è giovane, parla in terza persona come il divino Cesare e nella vita si diletta con il macabro, il meraviglioso e lo schifo puro.
Si domandano ancora perché sia single.
The Lice

Commenti

comments

A proposito di The Lice

E' femmina, è giovane, parla in terza persona come il divino Cesare e nella vita si diletta con il macabro, il meraviglioso e lo schifo puro. Si domandano ancora perché sia single.

I commenti sono chiusi.