Una vacanza australiana: Witchetty Grub

Salve a tutti, popolo della rete! Come state? Tutto bene? Procedono bene queste vacanze? Avete già deciso dove andare quest’anno, magari in qualche metà esotica che non sia Milano Marittima?
Avete mai considerato di partire per l’Australia? Ci sono mille e un motivo per volerla visitare, ma visto che non mi pagano per fare il tour operator e mi occupo solo di schifezze, io vi presenterò solo quell’uno di cui forse avreste volentieri fatto a meno. Ecco perché siamo qui, pronti a parlare dei Witchetty Grub.

Giusto per prepararvi a cosa ci aspetta.

Questo adorabile nome, che di sicuro vi ha scatenato la vena della tenerezza – sembra il suono che potrebbe emettere una farfalla in un cartone animato, Witchetty, Witchetty! – è un termine usato a indicare qualcosa di un po’ meno tenero, ovverosia la grossa, grassa, bianca larva xilofaga di varie tipologie di falene. Beh, in fondo sempre di lepidotteri si parla! In particolar modo si riferisce a quella della falena Endoxyla leucomochla della famiglia Cossidae, che si nutre delle radici del cespuglio Witchetty (ed ecco da dove il nome) che si trova prevalentemente nell’Australia centrale

Endoxyla leucomochla.jpg

Non che la mamma sia più piccola, però è alata.

Questo bel brucone è l’insettoso ingrediente principale della dieta degli abitanti del deserto ed è parte integrante dei piatti Aborigeni dall’inizio dei tempi. Beh, insomma, avete visto come sono belli succosi. No? Vi metto un’altra immagine per farvi venire l’appetito.

Risultati immagini per witchetty grub

Con contorno anche!

 C’è da dire che, anche se Witchetty Grub sta a indicare la larva di diverse falene, tutte sembrano avere lo stesso sapore, probabilmente grazie alle abitudini xilofaghe simili. Una vale l’altra, sempre che non siano velenose. Possono essere mangiate sia crude sia lievemente cotte in ceneri calde e sono ricchissime di proteine – se ci leggi, fan palestrato, questo articolo è per te!
Tuttavia so che nella testa avete una sola, impellente domanda: di cosa sanno le larve? Vi stupirò: mandorle. E aggiungo anche che quando vengono cotte, la pelle diventa croccante come pollo arrosto mentre l’interno diviene giallo come un uovo fritto.

Che aspettate? L’Australia vi aspetta!

 

 

 

 

The Lice

The Lice

E' femmina, è giovane, parla in terza persona come il divino Cesare e nella vita si diletta con il macabro, il meraviglioso e lo schifo puro.
Si domandano ancora perché sia single.
The Lice

Commenti

comments

A proposito di The Lice

E’ femmina, è giovane, parla in terza persona come il divino Cesare e nella vita si diletta con il macabro, il meraviglioso e lo schifo puro.
Si domandano ancora perché sia single.

I commenti sono chiusi.